Come usare la lavanda in casa o per la persona

 

 

 

Nel periodo estivo la lavanda raggiunge il momento di massima fioritura, quindi l’ideale per raccoglierla conservandola per i diversi utilizzi che questa pianta fornisce.
Stile Naturale vi aiuta a scoprire i mille modi di usare la lavanda, per farvi capire che grazie alla natura possiamo svolgere le nostre azioni senza inquinare l’ambiente.

                                  Mille modi di usare la lavanda

Contro il mal di testa 
L’olio essenziale di lavanda è un vero toccasana per sconfiggere i lievi mal di testa, basterà massaggiare con un batuffolo di cotone imbevuto con un goccia di lavanda le tempie.
Se il mal di testa è più intenso optate per un impacco freddo o caldo per la fronte applicando 3-5 gocce di lavanda su un panno umido sdraiandovi dai 10 a 20 minuti.

Contro le punture di zanzara 
Sembra proprio che le tanto odiate zanzare non sopportino la lavanda, quindi un ottimo metodo per scacciare questo insetto è quello di disporre dei fasci in vari punti della casa.
E’ consigliabile, inoltre, in vista di una serata all’aperto di bagnarsi con dell’acqua di lavanda per rinfrescarsi e nello stesso tempo evitare fastidiose punture.

Una casa al profumo di lavanda 
Sicuramente uno degli utilizzi più diffusi della lavanda è quello per profumare l’ambiente, questo perchè grazie alle sue proprietà calmanti ci dona una sensazione di armonia ed equilibrio.
Allora perchè non sfruttarle per alleviare lo stress della routine quotidiana, sarà sufficiente versare alcune gocce di olio essenziale di lavanda in una ciotola con acqua bollente e posizionarla nella vostra stanza da letto.
Diversamente se possedete una lampada per la diffusione degli aromi potrete creare una miscela composta da 5 gocce di olio essenziale di lavanda, 2 gocce di olio essenziale di limone e 1 goccia di olio essenziale di pompelmo; di questa miscela così ottenuta utilizzane una goccia per metro quadrato della stanza.

Addio odore di sudore 
Se la sudorazione interessa mani e i piedi vi consigliamo di bagnarli ogni sera con dell’acqua dove sono state bollite 10 foglie di salvia e qualche spiga di lavanda.
Oppure lavanda e bacche di ginepro schiacciate in parti uguali. La loro azione astringente, infatti, fa contrarre le fibre muscolari e, di conseguenza, anche i pori, riducendo la traspirazione. continua a leggere…

 

 

Annunci