Bioshopper, le novità in materia da Francesco Ferrante

ferranteDesiderate essere informati sulle ultime normative riguardo l’utilizzo e la diffusione degli shopper compostabili? Grazie alla nostra collaborazione con Minimo Impatto e SacchEtico, riusciremo a chiarire tutti i vostri dubbi in materia con l’aiuto dell’esperto Francesco Ferrante.

Senatore dal 2006 al 2013, vero ambientalista, impegnato in prima linea nel promuovere la Green Economy, che ha seguito, da parlamentare e da ambientalista, in prima persona tutto l’iter della normativa sugli shopper.

Bioshopper. A oltre un anno dall’entrata in vigore della normativa, si può trarre un bilancio dei primi risultati?

Io penso che i risultati sono molto positivi e, nonostante tutte le difficoltà connesse all’entrata in vigore della norma – prima le proroghe, poi l’assenza di sanzioni nei confronti dei “furbi” – si è innescata una vera e propria “rivoluzione” da cui, fortunatamente, sarà difficile tornare indietro.

Ad esempio sono sempre più numerosi i cittadini che usano la sporta rifiutando l’”usa e getta”. Conquistando l’interesse da parte di tutta Europa, abbiamo indicato la strada per ridurre l’impatto ambientale di un oggetto (lo shopper di plastica) straordinariamente diffuso e praticamente immortale (pensate all’ormai famosa “isola di plastica” nell’Oceano Pacifico).

E’ stato poi possibile dare una concreta spinta alla green economy e all’innovazione premiando i prodotti realizzati senza l’utilizzo di materie prime derivate dai fossili.

Quest’ultimo aspetto è particolarmente importante anche se forse ancora sottovalutato: quando si parla di società “low carbon” – l’orizzonte cui inevitabilmente tendono già i sistemi più avanzati – il nostro pensiero corre immediatamente alle forme di produzione dell’energia: senza efficienza energetica e senza il ricorso alle rinnovabili non ci potremo mai liberare dalla schiavitù inquinante dei fossili.

Pensiamo ai trasporti che ad oggi si basano quasi totalmente sul consumo di petrolio. Se non cambiamo anche la chimica, il modo di produrre e i prodotti stessi della nostra vita quotidiana quell’orizzonte auspicabile e necessario di una società a basso tenore di carbonio inevitabilmente si allontana.

 Perché è stato necessario un altro decreto? Cosa prevede il testo firmato da Clini e Passera? E’ l’ultima norma o dovremo aspettarci ulteriori interventi del legislatore?

L’ultimo decreto si è reso necessario per sanzionare quei produttori che spacciano per biodegradabile e compostabile (e quindi commerciabile) ciò che invece non lo era. Gia il decreto del marzo scorso si era reso necessario perché si era dimostrata insufficiente la norma del 2007 in quanto, ricorrendo agli additivi, si continuavano a immettere sul mercato prodotti provenienti dai fossili che arrecavano comunque danno all’ambiente.

Ora con quest’ultimo decreto ministeriale si specificano una volta per tutte le caratteristiche tecniche degli shopper e tutti coloro che non le rispettano saranno sanzionati. A questo punto non credo ci sia bisogno di ulteriori interventi in materia.

Attualmente quali sanzioni prevede la norma? Quali sanzioni si applicheranno ai trasgressori?

La commercializzazione dei sacchi non conformi a quanto prescritto dal decreto è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 2.500 euro a 25.000 euro, aumentata fino a 100.000 euro se la violazione del divieto riguarda quantità ingenti di shopper oppure un valore della merce superiore al 20 per cento del fatturato del trasgressore.

Le sanzioni saranno applicabili a partire da 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto ministeriale. Siccome si tratta di una norma che ha rilevanza europea, la Commissione ha tempo sino al 13 giugno per formulare eventuali osservazioni. Il decreto, che è già stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, entrerà automaticamente in vigore e le sanzioni saranno applicabili a partire da metà agosto.

Continua su Minimo Impatto ….

Annunci

Mamme e bimbi più sereni con la Mami Wrap

fasciamamibanner

Siete alla  ricerca di un modo semplice per trasportare  il vostro bambino, mentre siete  impegnate a fare la spesa o durante una passeggiata al parco.

Minimo Impatto ha la soluzione ideale per rendere la vostra  vita migliore si chiama Mami Wrap è la fascia porta bebé  in maglina di cotone biologico certificato ICEA e GOTS.

La Mami Wrap, con una lunghezza di  5.5 mt,  vi permette di sviluppare tutte le posizione che desiderate: fronte mamma, fronte strada, sul fianco, sulla schiena a culla.

Il tessuto della fascia è morbido e sarà come una seconda pelle per voi e il vostro bambino che si sentirà avvolto e protetto. La fascia è il metodo più efficace per calmare il pianto a volte inconsolabile del vostro bambino e, riproducendo la posizione fetale, aiuta ad attenuare le fastidiose coliche dei primi mesi.

Inoltre sembra che i bambini portati in fascia sono più sereni,  piangono meno e molto sicuri di se in età adulta. Ed è consigliata a tutte le persone che vogliono creare un rapporto più diretto con il proprio figlio.

gotsmarchio_it

Addio cavi intrecciati, arriva Biorolly!!!

 

biorollycuffiette

I nostri amici di Minimo Impatto  non smettono mai di stupirci con l’introduzione nel loro negozio virtuale di prodotti originali e utilissimi. Questa volta voglio presentarvi Biorolly, un simpatico gadget in bioplastica che vi permette di arrotolare il cavo delle cuffiette o della ricarica con semplicità!

In questo modo quando vi occorrono non dovrete più perdere tempo a districare il cavo del carica batterie o le cuffiette dell’I -Pod. Una vera rivoluzione sopratutto per noi donne che, ammettiamolo, riempiamo le nostre borse con ogni oggetto che pensiamo possa esserci utile finendo con dover trasportare una valigia anzichè una semplice borsetta.

Quando un giorno Biorolly non vi dovesse più servire, potrà essere conferito nella raccolta differenziata dell’umido!

Guarda qui come funziona Biorolly.

verde

Star Pennsylvania New Flower Spa….il magico mondo del packaging!!!

283261_374640655953688_386963327_n

Un tripudio di colori, forme e texture. Tutto questo è Star Pennsylvania New Flower Spa, l’azienda italiana leader nel settore del packaging, che dal 1963 si occupa della produzione di carta regalo, nastridecorativi, raphia, shopping bags e scatole.

426489_476893215693807_1887888092_n

Dai regali di compleanni a quelli natalizi, passando per un pensiero di San Valentino ogni occasione è buona per confezionare un dono con i prodotti della Star Pennsylvania New Flower.

522463_479677572082038_500291822_n

Quando ho ricevuto il mega- pacco con all’interno tutto il necessario per il confezionamento dei regali donatomi gentilmente da questa importante azienda ho notato subito la qualità e la raffinatezza del prodotto.

381573_479677422082053_1620418792_n

Con sincerità (non scrivo recensioni solo per ricevere prodotti gratuitamente) al momento del termine della mia scorta, penso di affidarmi ancora alla Star.

Sopratutto perché produce dei prodotti davvero curiosi e originali. Spero di essere riuscita ad incuriosirvi. Buona lettura!!!

Web: http://www.starfilcas.it/index.php?lang=it

Facebook: https://www.facebook.com/pages/Star-Pennsylvania-New-Flower-Spa/374624552621965

Seguimi anche su Tendenze Make Up e non solo

La cover del cellulare diventa biodegradabile

phpThumb_generated_thumbnail

L’assortimento di prodotti dello store di Minimo Impatto non finisce mai di sorprendere. Questa volta hanno pensato al mondo degli amanti della tecnologia con la cover per il cellulare iNature , la custodia ideata e prodotta in Italia, interamente biodegradabile.

Al momento che la cover non vi servirà più, potrete gettarla nei rifiuti umidi, e si trasformerà in compost nel giro di 6 mesi.

Il compost è un fertilizzante naturale, che potrà essere utilizzato per nutrire il terreno che ospiterà nuove piantine. Dalla Terra alla Terra a… Minimo Impatto!

 

Stop ai test sugli animali per i cosmetici. Dall’11 marzo 2013 al via il divieto in Europa

Stop-ai-test-su-animali

Undici marzo 2013: una data storica che segna una svolta nella lotta in favore dei diritti degli animali.

I nostri amatissimi animali potranno tornare a vivere serenamente. E’ stato confermato, infatti, la sospensione in territorio italiano, e in quello europeo, a partire da questo giorno dei test di prodotti cosmetici e di bellezza sugli animali. Il divieto prevede l’abolizione di ogni forma di sperimentazioni, completamente bandite in tutte le fasi della produzione e non solo per i cosmetici finiti.

Una grande conquista da parte delle molteplici associazioni animaliste e da un’ampia fascia di consumatori, che da tempo combattono per la messa al bando di queste pratiche devastanti per gli animali.

Un’altra importante novità sarà l’introduzione, dal mese di luglio, di una nuova etichetta sui prodotti di bellezza, dove dovrà essere indicata chiaramente la data di scadenza (simboleggiata da una piccola clessidra).

Sull’etichetta, poi, dovrà essere segnalata l’eventuale presenza di nanomateriali, cioè di elementi di dimensioni inferiori ai 100 micron, sulla cui sicurezza esistono ancora molti dubbi: tali ingredienti, usati soprattutto nei prodotti solari, dovranno essere evidenziati con la dicitura ‘NANO’.

Tutto questo permetterà alle donne di prendersi cura della la loro persona con più tranquillità, acquistando prodotti sicuri senza incappare in sgradevoli sorprese.

Seguimi anche su: Tendenze Make Up e non solo

La coppetta mestruale. Come funziona? Ecco tutti i dettagli

mami-cup

Minimo Impatto pensa alle “eco-girl” proponendo una gamma di prodotti loro dedicati.  Oltre agli assorbenti biodegradabili e compostabili,  adesso sono disponibili anche quelli lavabili e la coppetta mestruale.

Se vi state chiedendo in cosa consiste la coppetta mestruale, in questo post troverete tutte le principali informazioni su questo nuovo prodotto.

La Mami Cup è una valida, economica ed ecologica alternativa ai tamponi vaginali. È l’ideale per fare sport, viaggiare e per la notte. Garantisce la massima protezione e discrezione per tutta la durata del ciclo. Elimina le fastidiose irritazioni da assorbenti e ti dà massima libertà durante tutta la giornata.

È fatta in silicone medico platinico al 100%, è ipoallergenica, senza lattice, inodore, sana ed è dotata di un sacchetto in cotone  per riporla dopo l’uso. È stata progettata e disegnata da una donna per altre donne prestando massima attenzione al comfort. E’ sicura in quanto prodotta in silicone platinico di grado medicale’ conforme alle normative internazionali.

Leggi tutto su Minimo Impatto

Adotta la tua Rosa di Jericho! Sorgerà e risorgerà

 

Rose_of_Jericho

Minimo Impatto propone una nuova curiosità per i lettori di “Perchè la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno”. Questa volta parliamo di un pianta particolare, che nasconde un delizioso segreto…. è immortale!!!

La Rosa di Jericho appartiene ad una categoria di piante d’origine desertica, dette piante della resurrezione, che per le loro caratteristiche si chiudono a riccio quando sono private d’acqua e si aprono e rinverdiscono quando vengono dissetate.

Potrete godere dell’ apertura di questa sorprendente pianta ogni volta che vorrete. Questo bulbo, apparentemente senza vita, vi stupirà dischiudendo completamente i propri rami acquisendo un vellutato color verde. La Rosa di Jericho, originaria della Terra Santa, è arrivata in Europa, portata dai crociati e dai pellegrini,  accompagnata da diverse leggende affascinanti. La più diffusa narra che la Vergine Maria, sulla strada di Nazareth si dissetò con l’acqua racchiusa nel cuore della Rosa e, grata alla pianta, la rese immortale. In tutta Europa si crede  che la pianta porti felicità e benedizione.

Diverse testimonianze sostengono che, nella zona dove la Rosa di Jericho vive, le donne beduine ne bevono l’acqua per alleviare i dolori ed abbreviare i processi di guarigione, fanno il bagno dove essa si apre a fiore e usano la sua acqua per fare impacchi, poiché si pensa che questa pianta abbia effetti curativi.

Leggi tutto su Minimo Impatto

Cosa pensano le donne degli assorbenti naturali?

2266

Ragazzi, da oggi “Perché la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno” inizia la sua collaborazione con  Minimo Impatto. Alcune ragazze della pagina Facebook che gestisco, insieme a  Toty Chiara e Marina Napolitano, conosco già quest’azienda ed i suoi prodotti.

In questi mesi troverete delle eco-news curiose ed interessanti sul mondo green, magari riuscirete con qualche consiglio ad avvicinarvi a questo stile di vita ….perché tutti insieme potremmo riuscire a Salvare il Pianeta!!!

Ecco il primo post targato Minimo Impatto:

Cosa ne pensano le donne di assorbenti e salvaslip Naturaé (che fanno parte della famiglia dei prodotti di Minimo Impatto?) Questa interessante ricerca ce lo racconta. 

Mariagrazia De Castro, dottore in Analisi dei Sistemi Economici ed ambientali economista ambientale, ha realizzato un’indagine sugli assorbenti e salvaslip Naturaé su un campione di donne di età compresa fra i 18 e i 62 anni.

Leggi tutto su Minimo Impatto

#teamrebecca

La vita normale di una bambina speciale

ImPerfettiPerfetti

Creazioni di Catia

Loveisanowl

solo chi osa impara a volare

EcoSpiragli di Anna Simone

Una finestra sull'ecologia e sull'ambiente

Elisa Gioia

-DREAMER-

The Colours of My Closet

Blog di moda, tendenze e lifestye

sabinacuccaro

A fine WordPress.com site

Ciò che non si coglie, si perde.

Il racconto delle piccole cose, in cui c'è la verità.